ARTA E LA GRANDE GUERRA



A CENT’ANNI DALLA GRANDE GUERRA 1915-18

Trascorsi cento anni dalla prima guerra mondiale il Comune di Arta Terme ha accolto con interesse lo studio storico proposto dal sig. Silvio Molinari, originario della frazione di Rivalpo Valle, già insegnante di materie letterarie e dirigente scolastico di scuola secondaria di primo grado ora in pensione.
Silvio Molinari ha effettuato una approfondita indagine volta a recuperare la memoria dei giovani concittadini caduti in varie località nell’adempimento del loro dovere durante gli anni della guerra, o in periodi successivi in conseguenza di essa.
Attraverso una ricerca nelle varie anagrafi, negli archivi e albi di guerra ha determinato in 101 caduti il tributo che Arta Terme con le sue frazioni diede alla grande guerra:

Come spiega lo stesso Molinari “l’elenco non è definitivo: l’aggiornamento di queste pagine è possibile e auspicabile in ogni momento con notizie, documenti, immagini da parte di singoli, famiglie, associazioni, in modo da poter dare un volto e una storia a tutti quei nomi che troviamo sui monumenti ai caduti, sulle lapidi poste nei cimiteri, nelle chiese, nelle piazze e anche a quelli dimenticati perché morti nelle trincee, negli ospedali, nei campi di prigionia e sepolti in cimiteri lontani”.
“Ma – prosegue l’autore dello studio – nel cuore di noi, nipoti, pronipoti, parenti, non può mancare un doveroso ricordo per coloro che con il loro sangue ci insegnarono a onorare un impegno e un ideale. Questo lavoro di ricerca vuole essere proprio un dovere civile di memoria e di custodia contro l’oblio che inesorabilmente il tempo stende sulla storia e sulle persone”.
Ogni paese ha un proprio monumento-memoriale dedicato ai suoi figli caduti nel grande conflitto.
Questa Amministrazione, in occasione del Centenario della Grande Guerra, dando spazio allo studio di Molinari, desidera intervenire per recuperare, qualificare e valorizzare queste testimonianze, consegnando alle nuove generazioni un patrimonio storico oltre che di di valori umani, che nel dolore e nella sofferenza hanno contraddistinto le nostre genti, e rappresenta una grande prova di forza, tenacia e volontà di rinascita delle nostre comunità; ma
soprattutto vuole consegnare a noi stessi e alle nuovi generazioni, un forte monito affinché nessuno mai si possa nuovamente permettere, oggi come in futuro, di pensare alla guerra, con il suo infinito e doloroso corollario di
atrocità, quale strumento di risoluzione di qualsivoglia crisi, tensione o controversia.
Tra gli atti d’archivio di questo Comune sono stati rinvenuti i diplomi intestati ai combattenti e agli orfani di guerra. Gli stessi saranno consegnati su richiesta ai parenti interessati. Nella cartella “profili” dei singoli combattenti è riportata la fotocopia dell’attestato originale.
Si desidera inoltre informare che la Regione Friuli-V.G. ha promosso il progetto “Centenario della Grande Guerra 2014-18. Medaglia Ricordo e luoghi della loro memoria”, attraverso il quale i parenti possono richiedere la Medaglia Ricordo del loro Caduto, prenotandola circa 60 gg prima della Commemorazione durante la quale, con gli onori militari, la stessa verrà consegnata ai familiari.

L'Amministrazione Comunale
Arta Terme, 05/03/2018


Riferimenti per informazioni, contributi, segnalazioni:

Comune di Arta Terme- Ufficio Segreteria
mail: segreteria@com-arta-terme.regione.fvg.it
centralino 0433/92037 int. 2
diretto 0433/927849

Silvio Molinari
Mail: molinarisilvio@libero.it




STUDIO STORICO

CAMPI DI PRIGIONIA

I LUOGHI DEL RICORDO

I NOSTRI CADUTI

I PROFILI

LA LAPIDE

LA SANITA' MILITARE

LE PORTATRICI


Informazioni sulla privacy